PEC come "sede elettronica" di imprese e Pubbliche Amministrazioni

Legge n. 2 del 28 gennaio 2009

Conversione in legge, con modificazioni, del decreto-legge 29 novembre 2008, n. 185, recante misure urgenti per il sostegno a famiglie, lavoro, occupazione e impresa e per ridisegnare in funzione anti-crisi il quadro strategico nazionale

Il Decreto Legge 185/08, convertito nella legge n. 2 del 28/01/2009, ha introdotto l’obbligo per società, professionisti e Pubbliche Amministrazioni di istituire una versione “virtuale” della sede legale tramite la Posta Elettronica Certificata. L’articolo 16 comma 6 prevede infatti che alla tradizionale “sede fisica” venga affiancata una “sede elettronica” presso cui potranno essere recapitati tutti gli atti e i documenti a valore legale. Per le nuove imprese societarie, l’obbligo è scattato dal 29 novembre 2008 e l’indirizzo PEC va inserito nella domanda di iscrizione nel Registro delle imprese. L’obbligo è partito immediatamente anche per le Pubbliche Amministrazioni. Per i Professionisti iscritti ad albi ed elenchi istituiti con legge dello Stato, il termine è invece scaduto il 29 novembre 2009. L’ultima scadenza riguarda le società già iscritte nel Registro delle imprese al 29 novembre 2008, che hanno avuto tempo fino al 29 novembre 2011 (prorogata al 30 giugno 2012).

Leggi qui la legge