Spesometro: slitta la scadenza di Febbraio

Slitta il termine iniziale del 28 febbraio 2018 per l’invio dello Spesometro, comunicazione cumulativa delle fatture sotto i 300 euro: in bozza il provvedimento di semplificazione delle Entrate.

La trasmissione è stata posticipata e la prossima scadenza verrà definita attraverso un nuovo provvedimento, attualmente in bozza. La proroga riguarda anche l’eventuale integrazione o correzione dei dati relativi al primo semestre 2017 dello scorso anno, trasmessi lo scorso ottobre. Si allunga quindi il periodo cuscinetto senza sanzioni previsto dal decreto fiscale collegato alla manovra (dl 148/2017), concesso a chi ha commesso errori nello Spesometro relativo al primo semestre 2017 in nome dei ritardi dei provvedimenti attuativi e delle difficoltà tecniche riscontrare nei sistemi informatici. Niente sanzioni fino al sessantesimo giorno successivo alla pubblicazione del provvedimento definitivo.

Invio semestrale

Il provvedimento recepisce anche l’opzione che consente al contribuente di effettuare la trasmissione dei dati con cadenza semestrale. Sia per la comunicazione relativa al secondo semestre 2017, sia per l’eventuale integrazione allo Spesometro del primo semestre, si applicano le nuove regole previste sempre dal dl 148/2017 (articolo 1 ter).

IX.TD per inviare il file

Seguendo le indicazioni dell’Agenzia delle Entrate, che però molte aziende hanno già criticato per la complessità delle operazioni richieste, proponiamo una soluzione che semplifica la procedura: IX.TD. Questo nuovo modulo della suite IX-IXCE, dedicato alla trasmissione di Comunicazioni IVA e Spesometro, sta già riscuotendo grande successo fra i nostri Clienti, per la velocità e la facilità di utilizzo.

La normativa è stata rilasciata molto tardi rispetto alla scadenza proposta e, come spesso accade, ci sono stati molti punti in merito che hanno richiesto approfondimenti e chiarimenti da parte dell’Agenzia delle Entrate. Pochi giorni fa l’Agenzia stessa ha reso disponibile sul proprio portale una serie di applicazioni da scaricare e di sezioni del proprio sito per adempiere all’obbligo di creazione del documento, controllo e invio. Per poter accedere a queste funzionalità è necessario prima essere accreditati a Entratel o Fisco On Line ed utilizzare le proprie credenziali. La firma digitale del file xml creato resta in carico agli utenti che creano il file xml.

In alternativa a questa possibilità dell’Agenzia delle Entrate, proponiamo quindi una soluzione completa per creare il file XML e gestire in maniera più funzionale ed automatica tutti i passaggi necessari.

Quali sono i vantaggi di IX.TD?

Con “IX.TD” puoi avere la completa gestione del flusso dei dati attraverso un unico cruscotto, evitando così di doverti spostare fra diversi software e portali web, e ti permette di:

  • Compilare il modello per la creazione del file XML (oppure fare upload del file xml predisposto da altro applicativo)
  • Effettuare automaticamente con un solo clickil controllo formale del file creato, la firma digitale e l’invio del file all’Agenzia delle Entrate
  • Avere l’evidenza automatica delle notifiche di invio del flusso trasmesso
  • Conservare Elettronicamente le Comunicazioni inviate (non è un obbligo ma sicuramente è una tutela per i contenuti inviati)

Richiedi una DEMO di IX.TD

 

cfr: pmi.it, informazionefiscale.it

Related Posts

Pin It on Pinterest