Fatturazione Elettronica: modifiche sul tracciato XML dall’Agenzia delle Entrate

Con il provvedimento dell’Agenzia delle Entrate del 28 febbraio sono state pubblicate delle novità in merito alla Fatturazione Elettronica. In particolare si tratta dell’inserimento di nuovi codici “TipoDocumento” e “NaturaOperazione” che si potranno utilizzare a partire dal 4 maggio 2020 e diventeranno obbligatori dal 1 ottobre 2020.

Tutti i dettagli sui nuovi adeguamenti sono elencati nell’Allegato A al provvedimento 99922 del 28 febbraio 2020.

“Tipo documento”

Si tratta dell’inserimento di nuovi codici per garantire una maggiore precisione nel predisporre le dichiarazioni IVA precompilate per ogni contribuente, quali:

  • codice TD16: integrazione fattura per reverse charge interno;
  • codice TD17: integrazione/autofattura per acquisto di servizi dall’estero;
  • codice TD18: integrazione per l’acquisto di beni intracomunitari;
  • codice TD19: integrazione/autofattura per acquisto di beni ex art. 17 comma 2 del DPR 633/1972.

Sono stati aggiunti nuovi sotto codici “Tipo Ritenuta”:

  • RT03: Contributo INPS
  • RT04: Contributo ENASARCO
  • RT05: Contributo ENPAM
  • RT06: Altro contributo previdenziale

“Natura operazione”

Si tratta di dettagliare i codici N2, N3 e N6 per garantire maggiore chiarezza dei documenti e per agevolare la registrazione delle operazioni Transfrontaliere, riducendo il numero di documenti da comunicare in fase di compilazione periodica dell’Esterometro. Quindi i codici:

  • N2 – Non soggette
  • N3 – Non imponibile
  • N6 – Inversione contabile (per le operazioni in reverse charge ovvero nei casi di autofatturazione per acquisti extra UE di servizi ovvero per importazioni di beni nei soli casi previsti)

A partire dal 4 Maggio 2020, saranno dettagliati in questo modo:

  • N2.1 – Non Soggette ad IVA ai sensi degli Art. da 7 a 7-septies del DPR 633/72
  • N2.2 – Non soggette – altri casi
  • N3.1 – Non imponibile – esportazioni
  • N3.2 – Non imponibile – cessioni intracomunitarie
  • N3.3 – Non imponibile – cessioni verso San Marino
  • N3.4 – Non imponibile – operazioni assimilate alle cessioni all’esportazione
  • N3.5 – Non imponibile – a seguito di dichiarazioni d’intento
  • N3.6 – Non imponibile – altre operazioni che non concorrono alla formazione del plafond
  • N6.1 – Inversione contabile – cessione di rottami e altri materiali di recupero
  • N6.2 – Inversione contabile – cessione di oro e argento puro
  • N6.3 – Inversione contabile – subappalto nel settore edile
  • N6.4 – Inversione contabile – cessione di fabbricati
  • N6.5 – Inversione contabile – cessione di telefoni cellulari
  • N6.6 – Inversione contabile – cessione di prodotti elettronici
  • N6.7 – Inversione contabile – prestazioni comparto edile e settori connessi
  • N6.8 – Inversione contabile – operazioni settore energetico
  • N6.9 – Inversione contabile – altri casi

Prorogato inoltre al 4 maggio 2020 il termine per aderire al servizio di consultazione e conservazione dell’Agenzia delle Entrate.
Questo provvedimento determina una ulteriore semplificazione della registrazione delle fatture ciclo passivo.
Noi di Talea Consulting siamo pronti per supportarti in ogni processo di digitalizzazione aziendale, qualsiasi gestionale si utilizzi.

E le fatture elettroniche come si possono/devono poi conservare?

Related Posts